Successioni Telematiche

Trasmissione Telematica Obbligatoria dal 1 Gennaio 2019
Aggiornato in base alle nuove Specifiche in vigore dal 24 Maggio 2018

Per maggiori informazioni cliccare qui

Modulistica SIAE

Nuovo Raggruppamento di prossimo rilascio

Stampa

Attenzione al Virus CryptoLocker: Causa seri problemi

Pericolo CryptoLocker - Virus informatico trasmesso principalmente via e-mail

Nell'ultimo periodo un pericoloso virus informatico, noto come CryptoLocker, sta causando non pochi problemi ai PC, cifrandone l'intero contenuto.

Tale virus viene trasmesso, prevalentemente, via e-mail come allegato. Fare molta attenzione quando si ricevono e-mail con Mittenti o Oggetti di cui non è certa la provenienza (esempio la fattura di un oggetto che non si è acquistato). Queste e-mail vengono, sempre più spesso, intercettate dai server di posta e finiscono nelle spam. È sconsigliatissimo aprire l'allegato collegato perché contiene il virus che in pochi istanti infetterà il vostro computer e l'intera rete locale.

Una volta che il PC è stato infettato, i dati in esso contenuti non sono più leggibili.
Per ottenere il codice per decifrare nuovamente il contenuto, viene richiesto il pagamento di un riscatto ma non sempre si riesce a recuperare tutto per che alcuni file una volta criptati sono irrecuperabili.

Al fine di non perdere irrimediabilmente i propri dati, suggeriamo a chiunque di effettuarne quotidianamente una copia di backup.
È opportuno che il backup non risieda nello stesso PC di cui vengono copiati i dati, altrimenti in caso di infezione anche il backup risulterà inutilizzabile per un eventuale ripristino dei dati.

Le possibilità più sicure per effettuare queste copie di backup sono le seguenti:

  • DVD / BluRay
    Metodo efficace ma dispendioso perché, per ogni backup, bisogna utilizzare un nuovo dispositivo oppure usando un riscrivibile. Il tempo di copia comunque è più lungo.
    Tali dispositivi non possono essere intaccati dal CryptoLocker, si consiglia comunque di estrarli una volta completata la procedura.

  • USB / Hard Disk esterni
    Da collegare quando servono e non mantenerli attivi perché in caso di infezione questi verrebbero comunque colpiti.

  • Cloud
    Spazio web esterno alla nostra rete a cui si può accedere solo con login e password e con una rete attiva.
    Tale spazio non può essere infettato da CryptoLocker perché esterno al computer utilizzato e possiede una sua personale sicurezza.